CURA-ITALIA, LUCENTE (FDI): SPERO SOLO PRIMO PASSO SENNO’ SARA’ UN DISASTRO. MI ASSOCIO A LAMENTELE SINDACI PRIMA ZONA ROSSA

 

 

 

“Mi auguro che il decreto cura-Italia sia solo un primo passo perché fosse solo questo sarebbe drammatico per l’economia italiana e lombarda.

Sono ridicoli ad esempio i 500 euro al mese per i lavoratori autonomi. Sono pochi i 15 giorni di congedo parentale. Non si capisce come verranno sfruttati i soldi per le tate, visto che nessuno riuscirà a prenderne una e metterla in regola per due o tre settimane. Non parliamo delle proroghe: quella al 20 marzo delle scadenze del 16, pubblicate in Gazzetta ufficiale il 18, sono l’immagine perfetta dell’inutilità di certi punti del cura-Italia.

Da lombardo poi mi associo alle lamentele dei sindaci della prima zona rossa lodigiana: non ci sono, nel decreto, i fondi di investimento specifici e le altre misure che il territorio aveva chiesto. Se il Governo risponde così ai cittadini a cui per primi ha chiesto un grosso sacrificio, ho paura di dovermi aspettare molto poco anche per il resto della Lombardia” 

Lo dichiara Franco Lucente, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Lombardia.